La Search Engine Optimization (SEO) è ancora più social

20 febbraio 2014  

Le tecniche e le azioni di SEO sono sempre più legate ai social network. Ecco alcuni consigli su come farle funzionare nel migliore modo possibile.
La Search Engine Optimization non è assolutamente inutile o addirittura morta come sempre di più si sente o si legge nei blog e nei siti di settore; si è soltanto evoluta e indirizzata sui social network.
I social media non solo influenzano ormai la vita privata online di ogni utente, ma anche quella di molte aziende che aprono profili e account e cercano di adottare le tecniche di Social Media Marketing per guadagnare visibilità, brand reputation e per far crescere il loro business on line.
Oggi, dunque, il successo della SEO è legato indissolubilmente alle varie attività svolte sui social media.
Le parole chiave (keywords) ancora oggi ricoprono un ruolo importante nella ricerca sul web, ma chi produce contenuti concentra sempre di più l’attenzione sui risultati ottenuti dalla condivisione sui canali social che riesce a ottenere con un post o con un testo.
Sono sempre più importanti il numero di like (Mi piace) su Facebook, di retweet su Twitter, di +1 su Google Plus o delle pubblicazioni su LinkedIn.
Ad ogni azione di questo tipo corrisponde un aumento di valore del contenuto, quindi del traffico sul sito e del miglioramento dal punto di vista della SEO, stimolando così anche le conversioni.

Vediamo alcuni consigli utili da adottare nelle proprie strategie sui social media per poter migliorare la SEO.

Google+ e l’AuthorRank
L’AuthorRank di Google ha rivoluzionato il web marketing e la SEO: il ranking delle ricerche è ora influenzato enormemente dai social network e dalla portata (reach) dei post e degli articoli dei blogger. Google Authorship cambia il posizionamento dei post all’interno delle pagine di ricerca: maggiore è l’autorevolezza del blogger, maggiore è l’AuthorRank.
Google cerca di rendere i risultati delle ricerche più affidabili ed intelligenti sfruttando l’impatto dei social media e tenendo conto dell’influenza che hanno gli utenti sulle loro reti sociali in relazione ai contenuti presenti nel post o nell’articolo messo on line.
È utilissimo avere un profilo Google+ curato e che evidenzi le principali tematiche della propria attività. E’ consigliabile partecipare alla vita sociale e condividere il più spesso possibile contenuti di valore. È utile stabilire delle relazioni on line cercando di interagire con i leader del settore per promuovere la propria influenza e la propria credibilità su Google+.

La Content Syndication
Le condivisioni sociali permettono a Google di sapere e considerare il grado ed il valore dei contenuti pubblicati. I principali fattori di ranking nell’esposizione sociale sono i +1, i like, i retweet, il numero di follower, quindi è fondamentale, dopo aver creato dei contenuti facilmente condivisibili, fare azioni per promuoverli e massimizzarne la pubblicazione e la condivisione da parte di altri utenti. Questo è possibile grazie alla diffusione dei contenuti (Content Syndication) con la pubblicazione su blog e siti di settore e sui principali servizi di social bookmarking.
Coordinated Social Content Promotion
Per stimolarne la condivisione sociale, i contenuti devono essere quantomeno messi on line sui quattro principali canali social network: Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Occorre anche assicurarsi di avere dei pulsanti di condivisione ben visibili sul blog.
Il contenuto va adattato ai diversi canali sociali, sfruttandone le caratteristiche e le differenze, va mantenuta comunque la coerenza dell’idea che si vuole trasmettere.

Campagne di Email Marketing
L’invio di newsletter è ancora uno strumento molto utile per aumentare la diffusione dei contenuti e attrarre il traffico verso un sito o un blog. Con l’invio via email agli iscritti della pubblicazione di nuovi articoli e notizie è possibile dare una visione (anteprima) del contenuto pubblicato e inserire anche un collegamento (link ad un URL) al contenuto completo presente in una pagina di un sito o di un blog. L’utente sarà così stimolato ad approfondire il contenuto e, probabilmente, visiterà anche altre pagine e sezioni del sito nelle quali potrà anche essere stimolato ad una conversione.
Le diverse strategie possono essere applicate singolarmente o, meglio ancora, attraverso una strategia pianificata di web e inbound marketing, attraverso la creazione e la gestione di contenuti SEO-friendly. Queste tecniche sono utili al raggiungimento dei vari obiettivi di marketing e di una maggiore considerazione da parte di Google e degli altri motori di ricerca.

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo gratuito.

Fabio Magnelli
Seguimi su:

Fabio Magnelli

Web Master Senior - ,adarte.
Fabio Magnelli
Seguimi su:

Condividi su:

Crediamo nelle relazioni e nell’ascolto
Se hai un progetto, parliamone insieme:
Clicca qui e riempi il form.
Oppure info@adarte.pro - 0775 547467
Come lavoriamo

Ci piace utilizzare tutti i più moderni strumenti e software che la tecnologia mette a disposizione, li applichiamo nei sistemi online e in qualsiasi progetto o campagna di comunicazione >>>

Eco-friendly

La tutela per l’ambiente è una pratica quotidiana, noi utilizziamo moderni e aggiornati computer Apple e Windows, progettati con lo scopo di evitare sprechi di energia e abbattiamo i consumi staccando ogni sera la corrente elettrica >>>

Lavora con noi

Lavorare in Adarte significa lavorare insieme. Potrai assecondare le tue attitudini, perchè crediamo nel senso di responsabilità personale. Dovrai essere creativo, veloce e comunicativo. >>>